Noir Story



segnalatosuitalymedia

segnalatosubannerexplosion

segnalatosuiltrovatore

segnalatosupuntoweb

Home

In Limbo

Nella mia stanza, in bagno in piedi davanti allo specchio, osservo il mio volto e mi chiedo chi sono. Cosa sto combinando. Quando succede vado avanti per un pezzo. Alla fine mi rispondo che sono uno fra tanti, che valgo quanto gli altri e che faccio quello che posso. È crudele: devo vivere la vita anche se non mi piace o mi piace a tratti o non mi piace per niente. Ma una cosa è certa: non sono giusto.


Manuele Arca è un uomo che fa la guardia giurata, un lavoro che non gli piace. Ora è anche tormentato e triste perché la sua ragazza, Angela, differente da lui in ogni suo aspetto di vita sparisce e si mette a fare la pornostar in un programma a pagamento. Manuele nel suo universo sentimentale può contare solo sul suo capo Bastiano e su un amico che spaccia e si droga, vede gli alieni e vive in una casa al buio piena di candele bruciate. Il primo gli concede una settimana di ferie per ritrovare Angela, che da un sms scopre essere prigioniera di un produttore hard: Artemio. Il secondo gli presenta Gioele un sensitivo stregonesco, con cui formano un trio irresistibile sulle tracce della ragazza. In questi frangenti fatti di pedinamenti, crapule alimentari e dialoghi surreali Manuele impara che la realtà delle cose è molto più raccapricciante ed a credere a qualunque cosa fino a prova contraria. Ma soprattutto capisce che la vita è piena di falle. Non ci spieghiamo tante cose eppure facciamo finta di niente perché se ci soffermassimo a trovare una risposta a tutto quello che non ci è chiaro non ci rimarrebbe più tempo per vivere. Ritroverà Manuele la sua amata? Che fine faranno i suoi amici bukowskiani? Manuele troverà il suo senso della vita quando capirà che alla fine mi rispondo che sono uno fra tanti, che valgo quanto gli altri e che faccio quello che posso. È crudele: devo vivere la vita anche se non mi piace o mi piace a tratti o non mi piace per niente.

La lingua di Chierchia è leggera, sfottente e triste allo stesso tempo, piena di stroncature per tutti quei linguaggi in corso privi di senso che ci avvelenano la realtà verbale quotidiana.

Vincenzo Aiello


Disponibile sul sito web della casa editrice

Disponibile su IBS

Vota questo sito







Aggiungi il tuo sito

 

Cerca in questo sito servizio offerto da FreeFind


Visitatori dal 18 agosto 2006


segnalatosuabcitaly

segnalatosuamiciamici

segnalatosuarianna

sengalatosubloo

segnalatosupippo

segnalatosub24

segnalatosueasy4net

segnalatosueseguo

segnalatosufind